Fuoco greco, incendi contemporanei - «Incendi» di Wajdi Mouawad

Teatro ì, Milano
dal 2 al 14 maggio 2012

traduzione Caterina Gozzi - regia Renzo Martinelli
con Federica Fracassi, Walter Leonardi, Francesco Meola, Valentina Picello, Libero Stelluti
adattamento Francesca Garolla - scene Renzo Martinelli

produzione Teatro ì - in collaborazione con Face à face-Parole di Francia per scene d'Italia, Institut Français Milano e Delegazione del Québec a Roma

Un Edipo al femminile - Ti voglio bene più di Dio di Mimmo Sorrentino

1. Chi ha avuto occasione di conoscere il lavoro di Mimmo Sorrentino, o di incontrarlo, sa che una sua drammaturgia ispirata all’Edipo re di Sofocle non può che essere una discesa negli inferi dell’animo umano.
I testi di Sorrentino – tra cui Fratello Clandestino e Ave Maria per una gatta morta – prendono vita da una ricerca accurata svolta per decenni con ‘soggetti a rischio’ e in luoghi di disagio sociale; tale percorso di osservazione porta inevitabilmente il drammaturgo e regista ad addentrarsi nei ‘buchi neri’ della società occidentale (si veda Francesca Serrazanetti, Dall’osservazione al testo. Intervista a Mimmo Sorrentino, «Stratagemmi. Prospettive teatrali» VIII, dicembre 2008, 179-187).

Il Paflagone secondo Gadda - Una frenesia di scimie

Lettura da Carlo Emilio Gadda, Eros e Priapo, con un prologo da parti corali di Aristofane, Cavalieri.

Progetto e testo Gennaro Carillo - Regista e interprete Sandro Lombardi

Napoli, Università Suor Orsola Benincasa - Lunedì 17 gennaio 2011 - ore 16.30

Antigone a Milano - di Francesco D'Adamo

a cura di Cristina Crippa

Cristina Crippa  Tiresia il Narratore
Valentina Paiano  Antigone
Alessandro Frigerio  il Morto

Suono Giuseppe Marzoli - Luci e allestimento Nando Frigerio

13 dicembre 2010 ore 21.00 - Biblioteca Civica, Monza (Via Giuliani, 1 / tel. 039 382272)

"Le eroine del mito" - Elisabetta Vergani a Milano

- 16-28 novembre 2010
Verso Cassandra
da Christa Wolf - traduzione di Anita Raja - drammaturgia e regia Maurizio Schmidt - con Elisabetta Vergani        percussioni dal vivo Danila Massimi - luci Loredana Oddone - costumi Stefania Basile - suoni Ramberto Ciammarughi

- 30 novembre - 12 dicembre 2010
Antigone. Storia della perduta città di Tebe
da Sofocle, Eschilo, Euripide e Maria Zambrano - drammaturgia e regia Maurizio Schmidt - con Elisabetta Vergani
percussioni Danila Massimi

Teatro Verdi, Milano
www.teatrodelburatto.it

Ricordi del futuro da Tucidide

Ricordi del futuro, tratto da Tucidide (La trattativa tra gli Ateniesi e gli abitanti di Milos) ha debuttato al teatro Paravento di Locarno nel marzo 2010 ed è stato replicato venerdì 23 luglio alle ore 20:30 al Teatro Paravento di Locarno (via dei Cappuccini, accanto alla Biblioteca Cantonale) e sabato 21 agosto 2010, nel chiostro dell'antico Convento a Monte Carasso (vicino a Bellinzona). Si prevedono future repliche in Svizzera e in Italia.

La festosa invasione dei Satiri in Sicilia

I Satiri hanno invaso pacificamente la Sicilia, e ancora vi dimorano, a differenza dei celebri Orsi del capolavoro buzzatiano (Buzzati [1945]): la loro presenza sull'isola non è solo una tradizione mitica, ma anche una pratica scenica moderna - sin dal primo Novecento - che vale la pena di rievocare. Fra i drammi satireschi l'unico integro, il Ciclope di Euripide, spicca naturalmente per adattamenti e allestimenti ed è il più amato dai siciliani, forse anche per la tradizionale ambientazione etnea. Non a caso è il solo dramma antico che abbia ispirato a Pirandello una riscrittura, e proprio in dialetto siciliano, pubblicata per la prima volta nel 1918 (Pagliaro [1967]).

Aiace, Fedra, Lisistrata: una scommessa da rilanciare

 

Aiace di Sofocle
Traduzione di Guido Paduano - Regia di Daniele Salvo
8 maggio-24 giugno - Teatro Greco di Siracusa / 1 luglio - Agrigento

Fedra (Ippolito portatore di corona) di Euripide
Traduzione di Edoardo Sanguineti - Regia di Carmelo Rifici
9 maggio-25 giugno - Teatro Greco di Siracusa / 2 luglio - Agrigento

Lisistrata di Aristofane
Traduzione di Ettore Romagnoli - Regia di Emiliano Bronzino
26 giugno - Teatro Greco di Siracusa / 30 giugno - Agrigento

Una Alcesti di IV secolo d.C. al Teatro Arsenale di Milano

di Sotera Fornaro

Una Alcesti di IV secolo d.C. al Teatro Arsenale di Milano

1. Luciano (II sec. d.C.) fu un brillante scrittore greco il cui nome è familiare agli studenti del ginnasio, dato che usò esemplarmente la lingua greca attica pur essendo originario di una città orientale, Samosata, sulle sponde dell’Eufrate (oggi in Turchia): nei suoi numerosi scritti si mostra curioso, attento e assai spesso satirico della inquieta epoca in cui si trovò a vivere. Della oscura vita di Luciano, che non vuole dire nulla di sé, possiamo supporre che fu piuttosto raminga e che lo portò, in difficoltosi viaggi, dall’Asia ad Atene a Roma.